Chiusura e bloccaggio della moto: sistemi meccanici

Come possiamo proteggere la nostra moto quando ci troviamo a doverla abbandonare? Esaminiamo insieme alcuni tra i sistemi di bloccaggio più utilizzati:

  • blocca disco
  • allarme sonoro
  • catene e lucchetti

BLOCCA DISCO

Si tratta di uno dei sistemi di protezione della moto più in voga, forse anche per l’ingombro ridotto; come sappiamo, infatti, su molte moto lo spazio è spesso limitato.

Per supplire al problema dello spazio, abbiamo a disposizione molteplici tipi di blocca disco per tutti i prezzi, dotati di perni con diametro variabile, compresi fra 5,5 mm e 10 mm per arrivare, in alcuni casi, anche a 12 mm.

È importante verificare che il perno di bloccaggio possa inserirsi in un alloggiamento nel quale si andrà a bloccare e non semplicemente ad appoggiare: il corretto posizionamento deve avvenire tramite accorpamento di tutta la pista frenante del disco nel blocca disco.

È consigliabile servirsi del blocca disco con perno da 5,5 mm solo nel caso in cui non fosse possibile utilizzarne uno con diametro maggiore; il perno da 5,5 mm andrà inserito nei fori di raffreddamento del disco.

ALLARME SONORO

Alcuni modelli di blocca disco sono dotati di un sistema di allarme sonoro che, in caso di manomissione o tentata forzatura, si attiva producendo un suono fino a 100 decibel. Questi sistemi hanno costi maggiori, così come è maggiore anche la sicurezza che garantiscono al nostro mezzo: il fatto stesso che siano identificabili ad occhio costituisce un deterrente per il malintenzionato, che preferirà rivolgersi a “prede” più facili.

CATENE E LUCCHETTI

Nel caso delle catene, avremo l’imbarazzo della scelta, passando da normali maglie in acciaio a materiali temprati per arrivare a catene con trattamento di cementificazione.

La lunghezza ottimale della nostra catena sarà di almeno 110 mm, così da permetterci di ancorare la nostra moto ad un punto fisso o, ancor meglio, ad un’altra moto. Ricordiamoci che la catena non dovrà toccar terra per impedire a grosse trance di far leva, ottenendo dal contatto con il terreno una maggior pressione.

Per quanto riguarda i lucchetti, il mercato è altrettanto vasto. L'ideale sarebbe abbinare alla catena un lucchetto con arco in acciaio cementato con doppio bloccaggio nel corpo del lucchetto stesso. Il cilindro nel quale inseriremo la chiave dovrà essere del tipo protetto da attacchi con trapano.

CASCO

Fin qui, abbiamo parlato esclusivamente di come proteggere la moto, ma, quando viaggiamo su due ruote, abbiamo necessariamente anche il casco.
Se non abbiamo un bauletto dove alloggiarlo, come ci organizziamo? Lo portiamo con noi? Sarebbe una soluzione piuttosto scomoda, no?

Anche per i nostri caschi, esistono sistemi di chiusura con livelli di sicurezza accettabili che ci permettono di fissarli alla moto: si tratta di sistemi con cavi che vanno da 5 a 8 mm, rivestiti in gomma trasparente e che, in alcuni casi, sono già dotati di lucchetto ad una delle estremità. Per evitare di avere mille chiavi, potremo scegliere un sistema che disponga di un lucchetto a combinazione. La lunghezza ottimale dei cavi è di 150 cm perché ci permette di fissare anche due caschi insieme.