Come funziona l’Abbigliamento Riscaldato

In inverno il freddo è il primo nemico del motociclista. Anche il più temerario, per poter stare caldo, avrà indossato maglie su maglie fino a sembrare il famoso omino della Michelin, ma con scarsi risultati.

Così, demoralizzato, rimani a casa, stacchi l’assicurazione… eppure vedi altri che continuano a girare. Ma come fanno?? Una maggiore resistenza? Parabrezza? Manopole riscaldate? Ma no, le hai provate anche tu queste cose…

Te lo dico io: abbigliamento riscaldato, la migliore soluzione al freddo per il mototurista!

Ecco come funziona l’abbigliamento riscaldato.

Sotto il tessuto un reticolo di cavi e pannelli ti permette di avere tutto il calore necessario ad affrontare anche le temperature più rigide.

In commercio esistono molti prodotti di questo genere, ma Macna e Klan offrono i migliori in tal senso perchè tutta la loro superficie è raggiunta da questi pannelli (giacca fronte, retro e braccia; l’intero pantalone; guanti fino alla punta delle dita).

Hai totale sicurezza perché, al contrario delle resistenze, i pannelli non rischiano surriscaldamenti o causano scottature.

Il capo riscaldato funziona grazie degli appositi cavi collegati alla moto (alla batteria o alla presa accendisigari, anche DIN di BMW e DUCATI) ed è possibile connettere fra loro i diversi prodotti, come maglia e guanti, per distribuire la corrente. Niente di complicato: i cavi sono posizionati in modo da lasciarti il massimo della comodità, non ti sembrerà neppure di averli!

Se desideri però una maggiore libertà di movimento, la batteria ti viene in soccorso. Si posiziona in una tasca apposita e si ricarica come una normale batteria al litio. La sua durata dipende dal tipo scelto poiché ne esistono di diversi voltaggi e amperaggi (consigliati a seconda del capo a cui deve essere abbinata).

C’è una importante differenza fra le due connessioni.

I cavi ti garantiscono una intensità di calore al 100%, mentre la batteria ti permette di utilizzare i capi anche sceso dalla moto o per qualunque altra attività.

Il calore è regolabile in 4 livelli: basso (bianco), medio-basso (blu), medio-alto (viola), alto (rosso). Il pulsante apposito permette il passaggio da un livello all’altro con un tocco e la luce colorata indica il grado di calore.
L’avanzamento tecnologico ha raggiunto anche l’abbigliamento riscaldato. Alcuni capi sono dotati di Bluetooth e attraverso l’app “Macna Heated” si potranno gestire in modo pratico, veloce ed efficace, ad esempio creando dei gruppi per accenderli o spegnerli con un click, impostando il timer o controllando la batteria (scopri come funziona l’app).

A seconda delle tue esigenze, potrai quindi scegliere quali capi riscaldati sono più adatti a te: giacca, pantalone, guanti o calze. Potrai collegarli fra loro con i cavi della linea specifica (Macna e Klan utilizzano gli stessi attacchi) ed optare fra batteria al litio o connessione alla moto.

Caro mototurista, non hai più scuse per staccare l’assicurazione! Con l’abbigliamento riscaldato i tuoi viaggi saranno sempre alla giusta temperatura, sia per recarti al lavoro che per il turismo su due ruote.